Montemerano

Montemerano è uno dei borghi più famosi della Maremma Toscana, arroccato su una piccola collinetta domina indisturbato le valli toscane, in prossimità delle famose terme di Saturnia e delle Cascate del Mulino, che distano solamente cinque minuti.

Montemerano è uno dei Borghi più Belli d’Italia, un antico centro medievale che ancora oggi ha saputo mantenere intatta la sua struttura originaria, gli antichi palazzi, le vie, i vicoli e le piazzette nascoste e la bellissima cinta muraria che, vista dall’alto, assume la forma di un cuore.

Il borgo di Montemerano è meraviglioso, tra le sue vie si respira ancora quel passato antico, le botteghe artigiane, i negozietti ed i ristorantini tipici, qui tutto è fermo nel tempo… passeggiare tra i suoi vicoli e scoprire gli angoli nascosti, ammirando la bellezza della Piazza del Castello, probabilmente il luogo più simbolico di questo paesino toscano, la Chiesa di San Giorgio, dedicata al santo patrono, e le imponenti mura che proteggono tutto l’abitato antico.

Cosa vedere a Montemerano

Chiesa di San Giorgio : costruita con molta probabilità durante la prima metà del XIV secolo, si hanno notizie della chiesa già a partire dal 1382. Durante la prima metà del XV secolo la Chiesa di San Giorgio venne ampliato e restaurato, con l’aggiunta dell’abside e del transetto. Gli affreschi risalgono alla seconda metà del 1400. Durante il XVIII secolo vennero apportate ulteriori modifiche, aggiungendo elementi di arte tardobarocca, altari in stucco e gesso ed un grande arco. La chiesa custodisce ancora  oggi alcuni preziosi affreschi raffiguranti Le storie di San Giorgio e il Drago, risalente al 1491, il Martirio di Sant’Orsola e delle Compagne, alcuni dipinti raffiguranti lo Sposalizio Mistico di Santa Caterina d’Alessandria con San Sigismondo, il Cristo in PietàSan Sigismondo, San Giovanni Battista e San Guglielmo, una pala d’altare raffigurante la Madonna col Bambino in Gloria tra i Santi Sebastiano e Fabiano, risalente al 1620.

Piazza del Castello : qui sorge l’antico castello di Montemerano, un castello  “atipico” perché non si tratta di un’unica costruzione ma di un insieme di edifici che circondano la piazzetta, caratteristici archetti, finestre fiorite, tetti a livelli diversi e scale che creano un gioco di linee e colori veramente unico nel suo genere. Tra gli edifici storici più importanti della piazza sicuramente quello appartenuto agli Aldobrandeschi ed ai Baschi, sede dei vicari senesi e degli uffici pubblici del periodo del Libero Comune, il Palazzo del Podestà posto sopra la Porta del Castello, la Piazzetta del Forno e la Casa Carli, di epoca settecentesca.

Cinta Muraria : la cinta muraria abbraccia tutto l’abitato antico, inizialmente costruite tra il XIII e il XIV secolo, le mura vennero rimaneggiate nel corso del 1400. Originariamente la cinta muraria contava sei torrioni, quattro dei quali ancora oggi in piedi ed in ottimo stato di conservazione. Viste dall’alto, le mura, che sono state modificate e rimaneggiate in varie epoche, assumono la caratteristica forma di un cuore.

Eventi di Montemerano

Festa di San Giorgio : è uno degli eventi principali di Montemerano, dedicato al santo patrono del paese e celebrata il dal 22 al 25 Aprile. Durante l’evento si svolge il Palio di San Giorgio, appuntamento fisso durante i festeggiamenti, il lancio del Pallone Aerostatico, tradizione risalente ai primi anni del 1900, un grande pallone realizzato in carta di colore bianco e costruito direttamente dagli operosi cittadini di Montemerano. Imperdibile il corteo storico in abiti d’epoca.

Festa delle Streghe : la notte del 31 Ottobre si celebra Halloween, la notte più terrificante dell’anno! Il borgo di Montemerano, in classico stile medievale, è la location perfetta per streghe, fantasmi e mostri, un covo di figure sinistre che si aggirano per le vie del borgo, tra musica, sfilate e premiazioni ed un grande dj set fino a tarda notte in piazza del castello.

Storia di Montemerano

In merito alla storia di Montemerano si hanno notizie sin dal Neolitico e dall’età del bronzo, quando esistevano piccoli insediamenti sulla collina o negli immediati dintorni. Lo sviluppo di un primo nucleo abitativo risale però al periodo etrusco-romano. Secondo alcuni studi recenti, il nome di Montemerano, anticamente Mons Marianus, deriverebbe da quello del console Mario che proprio in questa zona, tra l’88 e l’82 a.C. venne sconfitto da Lucio Cornelio Silla, durante la guerra civile.

Per molti secoli non si hanno più notizie di Montemerano, fino all’896 quando il nuovo imperatore di Roma, Arnolfo,  fece dono del Castello di Montemerano all’Abbaza amiatina di San San Salvatore. Montemerano rimase sotto il controllo del Monastero per oltre un secolo, fino all’anno mille, quando iniziò l’ascesa degli Aldobrandeschi, nobile famiglia di origine lucchese, che sin da subito riuscì a conquistare Montemerano.  A partire dalla fine del XII secolo, Montemerano è un borgo florido e di grande rilevanza sociale ed economica nel territorio della Maremma, per tutto il periodo della dominazione Aldobrandesca, il castello di Montemerano subì i continui tentativi di conquista da parte di Orvieto e Siena.

A partire dal 1210-1220, in seguito al matrimonio con uno degli esponenti della famiglia Aldobrandeschi, il potere sulla cittadina passò alla famiglia dei Baschi, di origine umbra. Sotto il governo della famiglia Baschi, Montemerano ebbe un periodo di grande crescita, nel 1328 inoltre i Baschi ottennero, per decisione dell’imperatore, anche i castelli di Saturnia, Montauto e Manciano.

Nella seconda metà del XIV secolo, I Baschi contrastarono le mire espansionistiche degli Orsini, già signori della Contea di Sovana e si allearono con i Senesi.

Nel 1382 Ranieri, ultimo rappresentante della famiglia dei Baschi, concesse, con un atto di vendita, castello di Montemerano alla Repubblica di Siena. Durante il periodo senese, per circa tutto il 1400, Montemerano trasse profondo giovamento dal nuovo governo, con una crescita economica ed urbanistica ed una migliore condizione di vita per la sua popolazione. A partire dal 1407 e fino al 1431 vennero fortificate le mura di cinta con la costruzione di un cassero e di sei torrioni. Nel 1489 viene promulgato lo Statuto Comunale – Montemerano era già un comune dai primi anni del 1400 – contenente la definizione del governo cittadino con un Vicario, tre Priori, un Camarlengo ed un Consiglio.

Nel XVI secolo Montemerano entra a far parte delle mire espansionistiche di Firenze, e nel 1556 Cosimo I riesce ad ottenere la proprietà della cittadina. Il dominio fiorentino durò per circa due secoli, Montemerano divenne poi una proprietà dei Lorena, fino al giorno della sua annessione al Regno d’Italia, nel 1860.

Link utili :

comune.manciano.gr.it
mancianopromozione.com

it.wikipedia.org/wiki/Montemerano